L’Associazione

L’Associazione “Le Muse e le Dolomiti” rappresenta un punto di riferimento per la musica classica nelle Dolomiti, territorio di bellezza naturale straordinaria. 
Fin dal suo lancio nel 2013, il progetto ha realizzato, nelle Province di Belluno, Trento e Bolzano,  otto stagioni concertistiche con oltre 100 eventi. Pubblico e stampa riconoscono sia l’alto livello qualitativo, a cui il progetto punta, sia la sua unicità, tanto che i concerti di “Le Muse e le Dolomiti” sono stati definiti “indimenticabili” (L’Amico del Popolo), occasione di “grandi emozioni” (Il Gazzettino), e la rassegna complessiva “trasfrontaliera” (Il Trentino).

“Dal sussurro supplicante all’acuto vibrante, nessuno potrà mai dimenticare le emozioni provate in questa serata”
Bianca Maria da Rif per L’Amico del Popolo

Per statuto, L’Associazione culturale  “Le Muse e le Dolomiti”  definisce come proprio scopo quello di “valorizzare, attraverso la cultura e la formazione artistica, il territorio delle Dolomiti, patrimonio mondiale UNESCO”. 
Si punta sulla qualità più alta, perché detto territorio se lo merita. 

Oltre ai concerti, “Le Muse e le Dolomiti”  organizza due progetti formativi di rilievo.

Il primo progetto, rivolto a professionisti e a studenti del Conservatorio, è la Masterclass Internazionale di Canto Lirico, proposto in estate a cadenza annuale. Fino ad ora la Masterclass ha portato oltre 150 cantanti, provenienti da sei nazioni diverse, a Falcade: in questa cittadina nel cuore delle Dolomiti gli artisti e le artiste coinvolti trovano ospitalità e svolgono le lezioni di canto e le prove musicali seguiti da due Maestri: Adelisa Tabiadon e Loris Peverada.
Le origini della famiglia di Adelisa si ritrovano a Tabiadon di Val, una frazione del comune di Falcade. La Maestra Tabiadon può vantare una notevole carriera internazionale con numerose recite, sempre come protagonista, di repertorio verdiano nei più importanti teatri del mondo quali Buenos Aires, Stoccolma, Parigi, Houston, Osaka e italiani come il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro San Carlo di Napoli, ecc., sempre a fianco di grandi direttori e cantanti, per citarne uno per tutti Luciano Pavarotti.
La Maestra Tabiadon è affiancata nelle lezioni dal Maestro Loris Peverada, pianista. Il Maestro Peverada ha un’esperienza trentennale nel mondo della lirica, ha collaborato con artisti del livello più alto e con numerosi teatri ed enti importanti, come quelli di Macerata, Montepulciano, L’Aquila, Trieste, Nizza, Lugano oltre alla Radio della Svizzera Italiana.

Il secondo progetto formativo di “Le Muse e le Dolomiti”  è il corso di canto amatoriale: lezioni a cadenza settimanale con sede a Vallada Agordina, svolte durante tutto l’anno e rivolte a giovani e adulti/e di ogni livello di preparazione musicale. Hanno sinora partecipato più di cinquanta persone, provenienti da tutto l’Agordino e da tutta la Val Cordevole. 
La docente del corso è Oda Zoe Hochscheid, mezzosoprano attiva a livello internazionale da sempre appassionata dell’insegnamento, particolarmente delle voci bianche. Oda è cittadina olandese, residente a Falcade dal 2013 e fondatrice di “Le Muse e le Dolomiti”.

Dopo un 2020 difficilissimo per tutti gli operatori dello spettacolo, l’Associazione “Le Muse e le Dolomiti” è pronta a ripartire con la nona stagione concertistica sempre in crescita. Desideriamo che il 2021 sia un anno di ripartenza, speranza e vicinanza; un anno con la parola chiave “solidarietà”.

Lo “slogan” di “Le Muse e le Dolomiti” è stato regalato da un membro del pubblico, che ha scritto come dedica alla fine di un concerto:

“Da Nord a Sud, da Est a Ovest, la musica e il Belcanto uniscono il mondo.”